Raccolta Pietro Pensa Valorizzazione della documentazione e creazione di reti a livello provinciale

Centro di documentazione e informazione dell'Ecomuseo delle Grigne

Progetti conclusi Progetti in corso Vestire i paesaggi Wikimania

Il Progetto Raccolta Pietro Pensa - Valorizzazione della documentazione e creazione di reti a livello provinciale vuole avvicinare e attivare un pubblico differenziato alla raccolta archivistica e libraria di Pietro Pensa, organizzando una giornata porte aperte nella sede di Villa Clotilde a Esino Lario (evento con inaugurazione ed esposizione), producendo una lettura artistica del fondo novecentesco (intervento site-specific dell'artista Rossella Biscotti) e costruendo una rete di persone che possa animare e frequentare Villa Clotilde e rinforzare i futuri sviluppi del progetto (ricerca sui network provinciali, banca dati e comunicazione)

Esino Lario, 15 maggio 2007 - 31 maggio 2008

Finalità e obiettivi

Il progetto Raccolta Pietro Pensa: Valorizzazione della documentazione e creazione di reti a livello provinciale ha l'obiettivo generale di creare a Esino Lario un Centro di Documentazione e Studi, che valorizzi la documentazione storica, culturale e naturalistica del Bacino dell'Adda – un territorio che comprende la Valtellina, le Grigne, il Lario, la Brianza e Milano, che promuova nuove ricerche indirizzate a pubblici diversi e che rinforzi la rete archivio-biblioteca-museo-parco a livello sia comunale, che provinciale e regionale.

In particolare il progetto Raccolta Pietro Pensa: Valorizzazione della documentazione e creazione di reti a livello provinciale ha l'obiettivo specifico di avvicinare un pubblico differenziato alla raccolta, producendo una lettura artistica della documentazione novecentesca dell'Archivio, aprendo la sede di Villa Clotilde a Esino Lario e costruendo una rete di persone che possa animare, frequentare e rinforzare i futuri sviluppi del progetto.

Il progetto Raccolta Pietro Pensa: Valorizzazione della documentazione e creazione di reti a livello provinciale corrisponde alla prima fase e fase pilota del programma Valorizzazione e networking della Raccolta Pietro Pensa.

Rilevanza culturale e territoriale

Il progetto Raccolta Pietro Pensa: Valorizzazione della documentazione e creazione di reti a livello provinciale si muove in due direzioni:

  1. valorizzare e rendere sempre più accessibile ad un vasto pubblico la Raccolta Pietro Pensa, una raccolta documentaria e libraria focalizzata sull'area del Bacino dell'Adda, collezionata e prodotta dallo storico Pietro Pensa
  2. collocare la Raccolta Pietro Pensa all'interno di network comunale e provinciale di archivi-biblioteche-musei-parchi.

Attività e fasi

Evento a Esino Lario: Inaugurazione della Raccolta Pietro Pensa (marzo-aprile 2008)

Evento a Esino Lario con l'apertura di Villa Clotilde: presentazione della Raccolta Pietro Pensa, visita alla Villa Clotilde e installazione di Rossella Biscotti. Evento a cura dell'Associazione Amici del Museo delle Grigne Onlus e iStrike Foundation, in collaborazione con il Comune di Esino Lario, la Provincia di Lecco (abbiamo chiesto il 20 aprile 2007 il patrocinio della Provincia), la Fondazione della Provincia di Lecco Onlus e stiamo ora richiedendo anche il patrocinio della Comunità Montana della Valsassina, Valvarrone, Val d'Esino e Riviera. L'opera di Rossella Biscotti resterà installata o sarà ricollocata anche dopo l'evento.

Ricerca sulla documentazione novecentesca della Raccolta Pietro Pensa e produzione di un intervento site-specific (maggio 2007-marzo 2008)

L'opera di Rossella Biscotti è un'installazione per Villa Clotilde a Esino Lario.

Il progetto di Rossella Biscotti parte da una ricerca sulla documentazione novecentesca della Raccolta Pietro Pensa. L'intervento ha lo scopo di valorizzare e di rendere facilmente accessibile anche ad un pubblico non specializzato l'archivio dello studioso, tramite un'opera in cui vengono presentate immagini tratte dalle fotografie e dalle carte conservate: un tentativo di ridurre la distanza storica e fisica dei documenti, riattualizzandoli in una riflessione contemporanea sul rapporto tra l'uomo e la sua integrazione nel paesaggio. L'opera richiama così il duplice aspetto con cui si può leggere il lavoro di Pietro Pensa, che era volto sia allo studio e alla catalogazione del territorio del bacino dell'Adda sia alla sua trasformazione: come storico ha infatti prodotto ricerche e pubblicazioni; come ingegnere e amministratore ha realizzato strade ed edifici pubblici. L'installazione è composta da una diaproiezione di immagini tratte dall'archivio Pietro Pensa: montagne, rocce e paesaggi alpini. Le montagne sono fotografate da diversi punti di vista, in diversi periodi dell’anno e nel trascorrere degli anni; altre fotografie rappresentano il tentativo dell’uomo di modificare questo territorio “roccioso”, che sembra immutabile. Semplici attrezzi manuali, macchine agricole, opere di ingegneria rappresentano la possibilità di trasformazione ed utilizzo della natura. E’ una forma di comprensione, di integrazione dell’uomo nel paesaggio. Le fasi per la realizzazione del progetto sono: ricerca delle immagini (in collaborazione con un archivista); selezione, scansione delle immagini e trasferimento su diapositive; editing e installazione. L'opera sarà installata a marzo-aprile 2008 in occasione dell'inaugurazione e della nuova collocazione dell'archivio.

Networking a livello provinciale e Comunicazione del progetto (maggio 2007-maggio 2008)

Creazione di una rete archivi-biblioteche-musei-parchi a livello provinciale e comunicazione del progetto

  • prima dell'evento a Esino Lario: ricerca sui network esistenti a livello provinciale, appello alle candidature di archivisti, comunicazione del progetto e ufficio stampa
  • durante l'evento a Esino Lario: creazione di un evento festivo in occasione dell'inaugurazione ed esposizione
  • dopo l'evento a Esino Lario: incontri individuali, tavole rotonde e follow up per i futuri sviluppi del programma. Creazione di un database e di una mailing list e pubblicazione online dei risultati della ricerca sui network esistenti a livello provinciale. L'opera di Rossella Biscotti realizzata per Esino Lario continuerà ad essere presentata dall'artista a livello internazionale, grazie ai suoi contatti e alla sua posizione nel sistema dell'arte contemporanea

Il responsabile del networking e della comunicazione è associato a personale non specializzato residente a Esino Lario (job shadowing), in modo da garantire la formazione e la creazione di una rete a livello comunale.

Destinatari

Il progetto Raccolta Pietro Pensa: Valorizzazione della documentazione e creazione di reti a livello provinciale avvicina e attiva un pubblico differenziato alla Raccolta Pietro Pensa attraverso strategie di comunicazione, linguaggi e stimoli diversificati. Si prevede che l'evento coinvolga circa 300 persone.

  • Abitanti e visitatori di Esino Lario evento festivo a Esino Lario. Inaugurazione della Raccolta Pietro Pensa, presentazione del progetto, esposizioni, visite alla sede Villa Clotilde. L'opera di Rossella Biscotti resterà installata anche dopo l'evento.
  • Soci dell'Associazione Amici del Museo delle Grigne Onlus coinvolgimento nella realizzazione del progetto, in particolare durante l'evento. I soci dell'Associazione Amici del Museo delle Grigne Onlus sono un pubblico particolarmente attivo e sensibile a tutti gli aspetti storici, naturalistici e culturali del territorio
  • Persone interessate alla storia presentazione della Raccolta Pietro Pensa
  • Persone interessate all'arte e alla cultura esposizione con intervento artistico site-specific
  • Persone interessate alla natura e all'ambiente presentazione dei futuri sviluppi della Raccolta Pietro Pensa e sinergie con il Parco Regionale della Grigna Settentrionale
  • Archivisti coinvolti attraverso la ricerca e il networking del progetto. Gli archivisti della provincia saranno contattati attraverso un appello alle candidature per i futuri sviluppi della Raccolta Pietro Pensa e saranno invitati all'evento
  • Operatori culturali coinvolti attraverso la ricerca e il networking del progetto. Gli operatori culturali della provincia saranno invitati all'evento e saranno coinvolti in incontri individuali
  • Ricercatori e studenti coinvolti attraverso la ricerca e il networking del progetto. Ricercatori e studenti della provincia saranno invitati all'evento e saranno coinvolti in incontri individuali
  • Bibliotecari e biblioteche Inviti e volantini dell'evento saranno inviati alla biblioteche della provincia.
  • Media raggiunti attraverso l'ufficio stampa e i comunicati stampa e stimolati a pubblicare informazioni grazie all'organizzazione di un evento. I media che verranno contattati sono media generici e stampa specializzata (pubblicazioni storiche, di arte contemporanea e legata al territorio della provincia e regione).
  • Pubblico dell'arte contemporanea coinvolto nella comunicazione e nell'evento dell'artista Rossella Biscotti, nota sulla scena dell'arte contemporanea in Italia e a livello internazionale.

La comunicazione del progetto si basa essenzialmente sull'invio di materiale online e sull'aggiornamento di siti internet. Un volantino permette di presentare il progetto e i suoi futuri sviluppi anche alle persone che non utilizzano Internet.

Promotori

A cura dell'Associazione Amici del Museo delle Grigne Onlus in collaborazione con iStrike Foundation, con il contributo della Provincia di Lecco e del Fondo Pietro Pensa depositato e vincolato presso le Fondazione della Provincia di Lecco Onlus.