Bonifica - Faldone 91

Centro di documentazione e informazione dell'Ecomuseo delle Grigne

Vestire i paesaggi Strade e vie di comunicazione 2010 Etnografia mestieri e folclore 2011 Trasformazioni ambientali e culturali 2012 Kit archivistici



Nel faldone sono conservate alcune lettere del 1933 tra il Podestà di Brivio e l’Ing. Gandolfi di Bergamo, incaricato di allestire gli atti costitutivi del Consorzio per la Bonifica. Il progetto, che comprendeva terre e proprietari dei comuni di Brivio, Airuno e Calolziocorte, doveva costituire un rilancio delle opere già iniziate dai Fumagalli ma già sospese per mancanza di fondi. Il Consorzio no riuscirà mai a prendere vita, sostituito dalla Società Anonima Bonifica del Campello, costituita dai soli Fumagalli e dal Cav. Palmarini.

Cat. 10, cl. 5, f. 1
OGGETTO: Ipotesi di bonifica dell’Adda
Faldone 91
Anno 1933

1. Lettera al podestà di Brivio da parte dell’Ing. Vincenzo Gandolfi di Bergamo, 26 giugno 1933 XI, dattiloscritto su carta intestata personale.

L’ing. Invita il Podestà alla riunione per definire la bonifica nel tratto da calolziocorte a Brivio. Riunione si svolgerà presso comune di Calolziocorte il 29 giugno con i sigg. Podestà. A mano, in calce, una nota riporta la partecipazione in delega di Brivio nella persona del Cav. Palmarini

2. Lettera al podestà di Brivio da parte dell’Ing. Vincenzo Gandolfi di Bergamo, incaricato di allestire gli atti costitutivi del Consorzio, 1 luglio 1933 XI, dattiloscritto su carta intestata personale.

Nella lettera l’Ing. Gandolfi chiede al Podestà di fornire alcuni dati statistici sulla popolazione (numero popolazione, numero disoccupati, superficie che si può bonificare) e ricorda la riunione per domenica 9 luglio con gli agricoltori, per la quale chiede dare comunicazione a tutti gli interessati

3. Risposta del Podestà alla lettera precedente, 5 luglio 1933

Comunicazione dei dati richiesti: popolazione residente 2535, disoccupati 150, superficie da bonificare ettari 201,69, pari a 3400 pertiche milanesi. “I terreni incolti sono situati in parte sulla riva destra a nord dell’abitato, in parte entro isole dell’Adda ed in parte sulla sponda sinistra entro i confini territoriali di questo Comune. Pascolo arborato ett. 0.22.40,
incolto produttivo ett. 65.37.60,
prati irriguo ett. 8.01.30,
pascolo ett. 1.77.30,
incolto produttivo ett. 123.09.30,
idem ett. 3.21.10.
Lo scrivente conferma l’adesione alla lodevole iniziativa purchè siano rispettati i diritti territoriali e di pesca del Comune di Brivio.”

4. Lettera Podestà all’ing. Gandolfi, 8 luglio 1933, dattiloscritto

Il Podestà comunica di non poter essere presente alla riunione del 9 giugno e delega a rappresentarlo il sig. Frigerio Leonardo, Segretario del fascio di Combattimento, e il Cav. Augusto Palmerini, che già aveva rappresentato il Comune in precedenti incontri. I delegati spiegheranno anche perché il Comune è stato impossibilitato ad avvisare della riunione tutti gli agricoltori e i proprietari terrieri interessati, come era stato invece richiesto.


Realizzato nel 2009-2012 nell'ambito del progetto Vestire i paesaggi.

LoghiTOI orizzontali Vestire i paesaggi.jpg



Vestire i paesaggi Strade e vie di comunicazione 2010 Etnografia mestieri e folclore 2011 Trasformazioni ambientali e culturali 2012 Kit archivistici




Articoli correlati